Il Castello di Baux

Lui, Bertrand, era un solitario, un vero nerd, sempre attaccato al computer. D’altronde, era nato così: balbuziente. La scuola e i compagni erano stati un supplizio per lui. I compagni gli facevano il verso: <<Je m’app, je m’app, je mappelle Ber-Ber-Bertrand>>. Tutti i giorni a ricreazione, gli cantavano questa cantilena di loro invenzione, mentre lui […]